Grafia, Ortografia, Disgrafia

La capacità di scrivere viene da lontano, sia da un punto di vista ontogenetico che da quello filogenetico.

In ordine allo sviluppo dell’apprendimento, scegliere di iniziare dalla scrittura è per me del tutto arbitrario: lo faccio solo perché si innesta con continuità rispetto ai discorsi pubblicati in precedenza. Quindi lo sviluppo dell’argomentazione relativa alla lettura e al calcolo seguiranno i prossimi giorni.

Ma entriamo rapidamente nel vivo: quali abilità servono per scrivere? In primo luogo un corretto sviluppo senso-motorio: il bambino arriva a scrivere correttamente se ha sviluppato:

– la dominanza emisomatica, che porta come conseguenza quella che chiamiamo “lateralizzazione”: nel corso della crescita il bambino scopre di avere una mano più “abile” dell’altra, pertanto quella non dominante farà da supporto. Ma non basta: collateralmente la dominanza investe l’apparato sensoriale (sviluppiamo un occhio ed un orecchio dominanti), e quello locomotorio (piede dominante).

– un corretto ed armonico sviluppo corporeo: la cosiddetta “presa di precisione” di cui la mano necessita per tenere correttamente la penna deriva da un corretto sviluppo della “presa di forza”, che a sua volta sottende un corretto sviluppo corporeo armonico di tutta la fisicità: bambini deboli o poco coordinati difficilmente riescono a scrivere correttamente.

Chi è quindi il bambino disgrafico? è colui a cui manca qualcuna delle tappe evolutive relative alla dominanza sensoriale (occhio e orecchio) e all’equilibrata motricità generale, presupposti necessari per scrivere.

Che cosa si può fare, quindi, per recuperare? Nel file in allegato si inizia con una dettagliata spiegazione del processo evolutivo ed educativo, con alcune indicazioni motorie e terapeutiche per il recupero delle abilità mancanti; non si tratta di interventi particolarmente specializzati, ma di giochi motori e attività didattiche che ogni insegnante o genitore può sviluppare con i bambini, prima di dover scegliere necessariamente un intervento specialistico.

Ancora una volta, un ringraziamento ed una menzione particolare al dott. Angelo Luigi Sangalli, a cui si deve la sistematizzazione di questa parte, e al cui testo “Attività Motoria Compensativa” (Ed. TrentoUno, Trento, 2004) si rimanda per ulteriori approfondimenti.

Grafia, Ortografia, Disgrafia

Annunci
Contrassegnato da tag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: